martedì 8 febbraio 2011

Siamo donne

E niente, non è che sia sparita eh, ho solo un casino di cose da fare e soprattutto da studiare ahimè, quindi il tempo per bloggare si riduce tanto tanto e comunque ci sono, barcollo ma non mollo insomma.
Che a dir il vero più che bloggare a me vien voglia di prendere la bici e via andare in giro, che giornate così belle non s’erano ancora viste! Ad ogni modo andiamo al dunque….
 
C’è una cosa che DOVETE firmare, per forza, perché la sottoscritta ve lo impone e non accetta repliche. Il sei febbraio per chi non lo sapesse è stata la Giornata Mondiale contro le mutilazioni genitali femminili.
Sì perché ancora, nonostante ci definiamo evoluti uomini del nuovo millennio, c’è gente che decide che una donna nella sua vita non debba sapere cosa significhi avere una vita sessuale “normale”, solo perché è donna. Ogni anno, secondo l’OMS,  circa 2 milioni di bambine  (anche neonate) rischiano di essere sottoposte alla infibulazione.

In cosa consiste l’infibulazione?
Consiste nell'asportazione del clitoride, delle piccole labbra, di parte delle grandi labbra vaginali con cauterizzazione, cui segue la cucitura della vulva, lasciando aperto solo un foro per permettere la fuoriuscita dell'urina e del sangue mestruale. (cit. Wikipedia)
Foto
(bisogna vedere per capire di quale incivile e crudele pratica stiamo parlando).

I devastanti traumi che tale pratica infligge sono  di natura fisiologica e psicologica come è facile intuire: una donna infibulata non conoscerà mai il piacere sessuale, una donna infibulata correrà il rischio di non poter dare alla luce un bambino sano.
Tutto ciò perché una donna deve essere “PURA”, tutto ciò perché se una donna non è più pura, può essere rifiutata dal marito e allontanata dalla propria società, tutto ciò perché SIAMO DONNE.
 
E allora firmate la petizione che proprio in quest’anno verrà presentata all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, perché questa consuetudine venga definitivamente bandita in qualsiasi angolo del mondo, perché non c’è uso e costume, non c’è legittimazione religiosa che possa spiegarla e quindi giustificarla.
 
Firmate, fate sentire la vostra voce, è un obbligo morale soprattutto per noi donne.



Clicca QUI, per firmare l'appello e clicca QUI, per leggere il testo dell'appello.

 



P.S. E comuqnue io lo sfizio me lo leverei…. Tante piccole Lorena Bobbit… Giusto per ricambiare e per fare capire meglio a quei padri a quei mariti cosa significhi non avere più una propria sessualità…. 

26 commenti:

  1. Firmato...e ci mancherebbe!
    Ciao e grazie Laila

    RispondiElimina
  2. e di cosa lauretta... potessi fare di più lo farei!

    un bacione!!!

    RispondiElimina
  3. già fatto:)

    Bel post laila, bisogna sempre sensibilizzare l'opione pubblica, dove troppo spesso quello che non ci appartiene ( come paese) non viene considerato, invece no, alziamo la voce e firmiamo.

    RispondiElimina
  4. E' intollerabile che nel 2011 si facciano ancora certe pratiche tribali..Una bella iniziativa, che se non altro, serve ad informare chi ancora non conosce certi abomini..ciau

    RispondiElimina
  5. Ho firmato anche io...povera gente...

    RispondiElimina
  6. @ lucascialo: barbarie una vera barbarie... :((

    @ gabry: e lo sapevo ;-))
    è quello che volgio fare tesò, nel mio piccolo... più la gente sa meglio è!

    @ soneanima: grazie !!!

    RispondiElimina
  7. Ciao,
    l'infibulazione è una pratica davvero vergognosa. Una volta ho guardato in tv un servizio (intervistavano anche donne infibulate) e credo sia una delle cose più scioccanti che abbia mai  visto.
    Connessione permettendo (ogni tanto fa i capricci) firmo.

    RispondiElimina
  8. Ho firmato e ti ringrazio di far girare questa petizione che altrimenti, probabilmente, non avrei letto.

    RispondiElimina
  9. Hau ragione, è una pratica orribile che va al di là di ogni credenza religiosa!

    RispondiElimina
  10. quando si pensa all'era tecnologica, ai social network, ci si guarda indietro e ci si dice dei passi avanti fatti...vero...peccato però che ci si dimentichi delle cose piu importanti: uomini e donne, che in tutto il mondo, tra l'indifferenza generale, soffrono e muoiono, bisogna che qualcuno faccia sentire la voce di queste persone, e proprio utilizzando la tecnologia, diffonderla..sono d'accordo con te...

    RispondiElimina
  11. Giustissimo! Ma si fa sempre troppo poco purtroppo...

    RispondiElimina
  12. @ sognatricenata: è orribile... è orribile nei modi in cui viene praticata.. è orribile perchè viene praticata... mi auguro veramente che si riesca a mattere la parola fine di fronte a tutto questo!

    @ aMichevole: piccole cose come questa spiegano il perchè del mio blog ;-)
    Grazie!!

    @ happysummer: mi raccomando firma!

    @ luigi7: già, il mondo fa schifo se ci ci giriamo da un'altra parte e ignoriamo tutto questo, bisogna che tutti facciano la loro piccola parte, perchè le cose cambino!

    @ struzzonero: spero che il poco pian piano diventi tanto !!!

    RispondiElimina
  13. Beh io una volta ho cercato di far notare a un tizio che se magari la piantassero, di prendere a calci le donne per passatempo, di infibulare, di lapidare, di fare quelle cose lì, insomma. Mi sono beccato del fascista.

    RispondiElimina
  14. BASTARDI IMPOTENTI !

    firmo eccerto che firmo !

    RispondiElimina
  15. @ benzinagricola: beh in quel caso devi sentirti fiero di essertelo beccato ;-)

    @ stefanover: grazie !!

    RispondiElimina
  16. E siamo nel XXI secolo - è incredibile quello che ancora succede.
    Di scempi è pieno ancora il mondo e questo è uno che si dovrebbe assolutamente sradicare.

    RispondiElimina
  17. Ma che uomini sono se hanno così tanta paura delle donne?

    RispondiElimina
  18. @ raggioluminoso: è vero... speriamo che quetsa vada in porto!

    @ happysummer: guarda è l'ignoranza purtroppo che è terreno fertile ancora oggi per tutto questo.

    RispondiElimina
  19. grazie, se ne parla sempre troppo poco e troppo distrattamente.

    RispondiElimina
  20. @ FrancoG: grazie a te per la partecipazione !

    RispondiElimina
  21. Fatto. Grazie per la segnalazione.

    RispondiElimina
  22. Se ne parla troppo poco. Firmato :)

    RispondiElimina
  23. Un post meritorio, il tuo! Diventa sempre più importante diffondere notizie di simili atrocità!!!
    Vado subito a firmare.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.