martedì 9 marzo 2010

La tipica ricetta della vera ( e sottolineo vera) Caponata Siciliana !!

E dopo i cannoli, dopo gli arancini,dopo il bianco e nero mi tocca proporvi un'altra classica ricetta siciliana. Leggerissima come una piuma, roba da digerila in pochissimo tempo ( 4 o 5 ore sicure!) , se la mangiate stasera l'indomani mattina  non andate a fare le analisi del sangue perchè correte il rischio che  arrestino chi ha cucinato per spaccio di trigliceridi e colesterolo geneticamente modificati... :)))
Detto questo signori e signori ecco a voi sua maestà la caponata... 




Come è accaduto per gli arancini, anche in questo caso paese siciliano che vai ricetta che trovi... Per esempio pare che nel palermitano non ci mettano i peperoni, noi messinesi invece ce  li mettiamo ..eccome se ce li mettiamo ( vogliamo per caso limitare la pesantezza del piatto alle moltiplici fritture? Noooo ci vogliono pure i peperoni che danno giusto quel pizzico di pesantezza in più!!). Dalle mie parte inoltre arricchiamo  il piatto anche con le patate...un pò come fanno i catanesi, che non sazi aggiungono pure sedano e pinoli.

Una piccola curiosità: wikipedia dice che il termine caponata derivi da un pesce il capone ( o lampuga), che veniva mangiato insieme alla salsa agrodolce tipica della caponata. Solo che ai tempi, il pesce lo mangiava solo chi aveva li quattrini, i poveracci non potevano mica permetterselo e quindi pensarono di sostituirlo con le melanzane e quindi... tadàààààà nasce la caponata!

E ora se avete voglia  e tempo ite ai fornelli...


Ingredienti:
2 melanzane medie
2 peperoni medi
4 patate
1 cipolla
500gr di pomodori
50gr di olive nere
una maciata di capperi dissalati (e se sono quelli di Pantelleria è meglio!)
alloro
sale e pepe
1 bicchiere di aceto
3 cucchiai di zucchero
tanto olio di semi per friggere!!!


Procedimento:
Lavate e asciugate i peperoni e le melanzane. Tagliateli a strisce ( 2 cm x 5 cm all'incirca). Mettete le melanzane per un'oretta in acqua e sale in modo tale che perdano l'amaro (soprattutto facendo coì assorbiranno meno olio durante la frittura).
Nel frattempo, friggete i peperoni e le patate tagliate a spicchi in due padelle separate: una volta fritti li mettete da parte.
Trascorsa l'oretta di ammollo (:D), prendete le melanzane le strizzate ( con delicatezza, non sfracellatele tra le mani), e le tamponate con una salvietta altrimenti quando le butterete in padella combinerete uno di quei casini che solo io sono capace di fare ( schizzi di olio da tutte le parti!).
Mi raccomando fatele dorare per bene.
A questo punto tritate la cipolla cipolla, fatela rosolare con i capperi e le olive ( occhio a non farli bruciare aggiungeteli solo quando la cipolla sta per terminare la rosolatura!) e quindi  aggiungete i pomodori lavati, asciugati e fatti a pezzetti; salate e pepate,coprite con un coperchio e fate cuocere per 15 minuti circa.

A questo punto potete aggiungere le melanzane, i peperoni e le patate precedentemente fritti: mescolare, unire qualche fogliolina di alloro, il bicchiere di aceto e lo zucchero; coprite con un coperchio e lasciar cuocere fin quando l'intingolo non si restringe!

Ora il piatto in teoria nascerebbe come contorno, ma sinceramente a casa mia quando la mia mammina la prepara, si mangia solo quello, accompagnandola con un buon pane casereccio, senza primo e senza secondo. Voi fate come meglio credete....

Detto questo... Buon Appetito !!!!

P.S. Versione light denominata  "GIBUBBATA" dalla mia mamma . Mettete contemporaneamente in padella pomodori, melanzane e peperoni ( sempre  a pezzetti), salate e pepate. Aggiungete anche un goccino di acqua. Coprite con un coperchio e a metà cottura aggiungete un filo di olio, le olive, i capperi e le foglioline di alloro. Continuate la cottura fin quando il tutto è ben ristretto.
Non è buona come la versione classica, però se si vuol evitare le moltiplici fritture, si può fare...

30 commenti:

  1. Urka na cosetta leggera leggera...


    Buon martedì con sorrisi

    RispondiElimina
  2. la mia mamma direbbe "ma è verdura, non è pesante!" Solo che io adoro le melanzane (anche a colazione me le mangerei) ma i peperoni li digerisco dopo una settimana, aaahhaahh!!!

    RispondiElimina
  3. booooona!!
    e non sanno cosa si perdono chi non l'ha mai mangiata!

    C'HO FAMEEEE!!!

    RispondiElimina
  4. Leggerino eh... mi fai venir fameeeee!!!! XD
    Buona giornata Gioia... un bacioneee

    RispondiElimina
  5. Avevo mangiato lo scorso giugno la caponata di Rosi, siciliana D.O.C. trapiantata a Trento ed era OTTIMA.
    Ma io seguirò la ricetta light.... L'originale, la lasciamo per delle 'una tantum'!
    Ciao!

    RispondiElimina
  6. ahahahahahaha quanto ho riso quando hai scritto che ci vuole per digerirla circa 4/ 5 ore.
    ciao lailetta mia...grazie per la ricettina dovrebbe essere super buonissima

    RispondiElimina
  7. fameeee....hihihi


    un bacio che ti riscaldi!(io sto morendo di freddo...brrrrr)

    RispondiElimina
  8. uh mamma sembra buonissima! si piatto unico...però, anche lunga da preparare si direbbe! tutti a casa tua....:)

    RispondiElimina
  9. Ma è dietetica???;))))
    Sembra buonissima anche se penso che per una che l'altro ieri ha bruciato ben due soffritti prima di riuscire a fare il risotto, l'impresa sembra ardua!! ahahahahah!
    perchè non me la mandi per posta????:D
    Un bacio enormissimooooooooooooo!

    RispondiElimina
  10. Io faccio sempre la versione light, ma aggiungo anche un goccio d'aceto di mele (o dolceagro) e un pizzico di zucchero, e basilico al posto dell'alloro........ mmmmmm.... nun me ce fa' penzà!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  11. Buongiorno Tesorì =)

    Smackkkkkkkkkkkkk

    RispondiElimina
  12. digerita la caponata? Un sorriso

    RispondiElimina
  13. Mio nonno la faceva buonissima! Ma ha portato via la ricetta quando se n'è andato.
    E comunque si chiamano arancine!

    RispondiElimina
  14. Ecco lo sapevo, sono arrivata tardi - ne è avanzata un po' per me???
    Grazie per la ricetta e grazie per la spiegazione. Io impazzisco in questo blog!

    RispondiElimina
  15. ma che versione light...le ricette van prese seriamente,tutti i trigligeridi assunti uno ad uno!!!:-)
    *.*....faaaaaaaaaameeee!!XD
    un abbraccio grandissimo Laila

    RispondiElimina
  16. aspetto la ricetta del dolce adesso ^^

    RispondiElimina
  17. Ciao Tesorinaaaaaaaaa *.*

    Buona serataaaaSmackkkkkk

    RispondiElimina
  18. Buonissima!!! ^_^ mia mamma è bravissima a farla :P
    un bacio

    RispondiElimina
  19. Ogni volta che leggo queste ricette che ci accomunano ma ci dividono ancor più profondamente mi viene da pensare "Mah..!"

    E comunque, per la cronaca, è meglio la versione Palermitana! u.u

    RispondiElimina
  20. Quella volta che passerò dalle tue parti, ti avviserò per tempo... così mi preparerai questa Caponata Siciliana, che solo a vederla si rischia di svenire dalla fame ;-)

    RispondiElimina
  21. Io finora non ho detto nulla ma sappi che...prima o poi dovrai rimediare a questa tortura !Sappilo !E se non lo sai ...sallo !Non lo sapessi ma te lo dissi !Ecco !

    RispondiElimina
  22. utente anonimo7 agosto 2010 22:32

    ciao laila purtroppo ho letto la tua ricetta della caponata dopo aver fatto con la ricetta che avevo....più o meno grosse differenze non ci sono, peccato che in quella che ho seguito veniva menzionato l'aceto ma...non lo zucchero! ora mi trovo con la caponata cucinata che irrimediabilmente sa troppo di aceto...! cosa posso fare? secondo te riscaldandola posso aggiungere adesso 2/3 cucchiai di zucchero o è troppo tardi?! ....altre idde esperte da suggerirmi?grazie!

    RispondiElimina
  23. oddio le patate????? Nemmeno a parlarne!!!! e nemmeno lo zucchero, aceto balsamico e via!!!!

    RispondiElimina
  24. trapiantato in australia,il mio problema è trovare ricette per non mangiare tutti i giorni panini.La ricetta mi ha aiutato molto per preparare questa caponata siciliana buonaaaaaaaaaaaaaaa.     meteor 120

    RispondiElimina
  25. utente anonimo9 agosto 2011 00:59

    solo un'osservazione...alloro!...quante foglie?
    l'alloro e molto forte e puo` cambiare tantissimo il sapore se messo in abbondanza!
    comunque e` una ricetta eccezionale

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.